Teen series Fenomenologia di un guilty pleasure

Teen series

Fenomenologia di un guilty pleasure

Anteprima Scarica anteprima
Nell’attuale panorama culturale, le piattaforme streaming occupano uno spazio che solo un decennio fa era impensabile, dando adito a un’ulteriore rivalutazione dei prodotti seriali. Accolte agli esordi con ostilità, rivalutate dai television studies anche grazie al favore del pubblico, le serie sono state riconosciute nel tempo come opere di qualità, offrendo un’ampia gamma di scelta e una ricercatezza tecnico-stilistica sempre più nitida. Oggi l’attaccamento ossessivo degli spettatori, in continuo aumento, si configura spesso come una vera e propria dipendenza. Tuttavia, quando si parla più specificatamente di serie per adolescenti, che paradossalmente sono i veri artefici della nascita di una serialità di qualità e i primi fruitori di questi show, si sprofonda ancora nel pregiudizio. Si tratta davvero di prodotti scadenti? Da Beverly Hills 90210 a Buffy, da Freaks and Geeks a Sex Education, passando per Skins, Euphoria, Big Mouth e tante altre, questo libro offre uno sguardo critico sui titoli e sullo sviluppo di un genere entrato nell’immaginario collettivo di una nuova generazione.

Dettagli libro

  • Editore

  • Testo originale

  • Lingua

    Italiano
  • Data di pubblicazione

  • Numero di pagine

    136
  • Collana

Sull'autore

Laura Civiero

Nata nel 1992 a Torino, dove attualmente risiede, ha studiato cinema presso il DAMS, conseguendo successivamente un Master in Filmmaking presso l’Università di Venezia. Partecipa a workshop incentrati sulla scrittura nella Settima Arte e nella serialità televisiva. Attualmente collabora con Read My Script, piattaforma online che offre un servizio di editing di sceneggiature per esordienti e non.

Maria Claudia Gurgone

È nata a Palermo nel 1994. Laureata in Scienze della Comunicazione con indirizzo Cultura e Arte, ha poi conseguito un Master in Filmmaking presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Ha sviluppato un forte interesse per il cinema, focalizzando il suo operato su regia e sceneggiatura in veste di sceneggiatrice e assistente alla regia. Nel 2018 è stata membro della giuria internazionale UNIMED presso la Mostra del Cinema di Venezia.

Ti potrebbe interessare