Pandeconomia Le alternative possibili

Pandeconomia

Le alternative possibili

Anteprima Scarica anteprima
Per la prima volta dopo la Seconda Guerra Mondiale le generazioni nate in Europa che non hanno conosciuto né guerre, né carestie, né epidemie devono fare i conti con una nuova forza distruttiva: il Coronavirus. Si è persa la memoria collettiva delle rovinose pandemie – peste, colera, tifo, ecc. – che hanno imperversato nel Vecchio Continente dal XIV al XVIII secolo, modificando le strutture economiche, bloccando la crescita demografica e cambiando il volto delle città. La pandeconomia, ovvero l’economia che scaturisce dall’impatto con una pandemia, è oggi tornata sulla scena, lasciando prima incredule e poi nel panico le popolazioni occidentali. La pandeconomia sta modificando la nostra vita quotidiana, nel bene e nel male, e ci apre le porte del futuro caricandoci di responsabilità. Siamo di fronte a un bivio: riprendere la vecchia strada, con tutto quello che ne consegue in termini di disuguaglianze sociali, inquinamento e distruzione dell’ecosistema, o procedere verso un’equonomia, ovvero la ricerca di un equilibrio tra uomo e habitat, fondato sull’equità, sugli insegnamenti e i valori positivi che questa crisi ha fatto emergere.

Dettagli libro

  • Editore

  • Testo originale

  • Lingua

    Italiano
  • Data di pubblicazione

  • Numero di pagine

    51
  • Collana

Sull'autore

Tonino Perna

Presidente del Parco Ecolandia, già professore ordinario di Sociologia economica, presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte, del Comitato etico della Banca Popolare Etica di Padova, assessore alla cultura del Comune di Messina, editorialista de «il manifesto» e del «Quotidiano del Sud». Ha co-fondato la ong Cric, l’Osservatorio sui Balcani di Trento e la rivista «Altreconomia» di Milano. È impegnato nel mondo della solidarietà internazionale, dell’ecologia, del commercio equo e dello sviluppo locale. Tra le sue pubblicazioni scientifiche ricordiamo: Lo sviluppo insostenibile (1994), Fair Trade: la sfida etica al Mercato Mondiale (2000), Aspromonte: i parchi nazionali nello sviluppo locale (2002), Destra e Sinistra nell’Europa del XXI secolo (2006), Eventi estremi (2011), Monete locali e moneta globale (2014). Con Castelvecchi ha pubblicato Con beneficio d’inventario (2019) e sta per uscire Manifesto per l’Unità d’Italia (con Pino Ippolito).

Ti potrebbe interessare