L'Iran al tempo di Biden

L'Iran al tempo di Biden

Anteprima Scarica anteprima
La presidenza di Joe Biden, dopo gli anni di “massima pressione” dell’amministrazione Trump, sembra promettere un nuovo inizio nella quarantennale partita tra gli Stati Uniti e l’Iran, con un ritorno di Washington all’accordo sul nucleare e alla possibilità di ritrovare un clima di dialogo e reciproca fiducia. Ma il diverso approccio della Casa Bianca non rimuove dal tavolo i problemi di sempre, e resta negli Usa e tra i loro alleati la volontà di ridimensionare l’influenza nella regione e le strategie di difesa di Teheran che tanto allarmano i suoi vicini. Nel frattempo, gli equilibri politici interni all’Iran sono cambiati, la linea dura ha preso più piede e il Paese rafforza la sua alleanza strategica con la Cina. In questo quadro, Luciana Borsatti guarda al ruolo dell’Europa e dell’Italia e torna a far parlare gli iraniani: un popolo colpito dalle sanzioni più dure, ormai scettico e disincantato nei confronti dell’Occidente, ma che può ancora contare sui suoi giovani istruiti e spesso cosmopoliti. E, cercando di dare ascolto ai punti di vista di un’intera nazione, offre testimonianze importanti anche su altri temi cruciali come i diritti umani, la forza delle donne o cosa significhi essere giornalisti oggi in Iran.

Dettagli libro

  • Editore

  • Testo originale

  • Lingua

    Italiano
  • Data di pubblicazione

  • Numero di pagine

    172
  • Collana

Sull'autore

Luciana Borsatti

Nata a Udine, si è laureata in Storia moderna e contemporanea all’Università di Venezia. Da giornalista dell’Agenzia Ansa ha lavorato come corrispondente da Il Cairo e da Teheran. Ha scritto Le indemoniate. Superstizione e scienza medica. Il caso di Verzegnis (2002), Oltre Tahrir. Vivere in Egitto con la rivoluzione (2013) e, con Castelvecchi, L’Iran al tempo di Trump (2018; seconda edizione aggiornata 2020).

Ti potrebbe interessare