Anteprima Scarica anteprima
Il mondo sembra costituito da due realtà o forze misteriosamente concomitanti: per un verso l’inesauribile potenza e bellezza della natura, per l’altro l’inesauribile dominio del male, diabolicamente operante sia nella natura stessa sia nella società e nella storia. Intorno a tale dilemma gravita la medi­tazione poetica di Mario Andrea Rigoni: sorta di diario-testamento (prosecuzione del precedente Colloqui con il mio demone) nel quale l’esperienza personale (infanzia, natura, amore, dolore, lutto, inesistenza o lontananza di Dio) si salda costantemente alla visione metafisica. Con questi versi d’impressionante immediatezza ed evidenza, rese possibili da uno stile poetico tanto incisivo quanto semplice, il libro, che esplora vari lati della nostra “immanenza” nell’essere, rappresenta un unico e prezioso contributo al nostro panorama letterario.

Dettagli libro

  • Editore

  • Testo originale

  • Lingua

    Italiano
  • Data di pubblicazione

  • Numero di pagine

    144
  • Collana

Sull'autore

Mario Andrea Rigoni

(Asiago, 1948-2021) È stato professore emerito di Letteratura italiana dell’Università di Padova. Grande studioso di Leopardi, amico, corrispondente e traduttore di Cioran, storico collaboratore delle pagine culturali del «Corriere della Sera», saggista, critico, autore di opere erudite, di raccolte di racconti e aforismi. Un’antologia dei suoi racconti è appena stata pubblicata in Grecia nella traduzione di Maria Frangoulis (titolo in italiano: Il lato oscuro delle cose, Atene, Loggia, 2021). Il primo libro di versi di Rigoni (Colloqui con il mio demone, postfazione di Francesco Zambon, Elliot, 2021) è in corso di traduzione in spagnolo, francese e tedesco.

Ti potrebbe interessare