Apologia di un perdente

Apologia di un perdente

Anteprima Scarica anteprima
Ezra, per sfuggire a se stesso e al proprio passato, trascorre le giornate rintanato nelle sale di un museo. Fra le sue braccia stringe quello che sembra essere un neonato avvolto da un panno bianco. I sette atti sono contraddistinti da diverse opere d’arte (dal trittico di Bacon a quello di Bosch, dalle tele di Van Gogh e Soutine ai capolavori di Hopper e Schiele) con le quali il protagonista interagirà direttamente. Testimone unico del delirio è un anonimo teschio adagiato in una teca di vetro.

Dettagli libro

  • Editore

  • Testo originale

  • Lingua

    Italiano
  • Data di pubblicazione

  • Numero di pagine

    58
  • Collana

Sull'autore

Marco Vetrugno

E’ nato a San Pietro Vernotico nel 1983. Vive a Lecce. Ha pubblicato il testo teatrale Mùtilo (Musicaos, 2017) e quattro raccolte di versi: Poetico delirio (Lupo, 2012), Organismi cedevoli (Manni, 2014), Le mie ultime difese (Manni, 2015), Proiettili di-versi (Musicaos, 2016)

Ti potrebbe interessare