Giorgio Gaber, Sandro Luporini e la generazione del 68 Un’analisi di alcuni spettacoli degli anni Settanta

Giorgio Gaber, Sandro Luporini e la generazione del 68

Un’analisi di alcuni spettacoli degli anni Settanta

Anteprima Scarica anteprima
Questo libro è dedicato all’analisi degli spettacoli di teatro canzone della coppia Gaber-Luporini negli anni Settanta. L’approccio è duplice: da un lato le relazioni di questo teatro musicale con il contesto storico, sociale, culturale, artistico e politico di quel periodo; dall’altro lo studio della struttura di ogni singolo spettacolo. Il prologo, dopo aver ripercorso il cammino storico e artistico che ha portato il cantante e presentatore televisivo Giorgio Gaber a scegliere la via di un teatro musicale, analizza i contenuti dei primi tre spettacoli, Il Signor G (1970-1972), Dialogo fra un impegnato e un non so (1972-1973), Far finta di essere sani (1973-1974). I tre capitoli centrali, più approfonditi, sono consacrati allo studio dei testi e delle strutture formali degli altri tre spettacoli degli anni Settanta: Anche per oggi non si vola (1974-1976), Libertà obbligatoria (1976-1978) e Polli d’allevamento (1978-1979). L’epilogo si sofferma sulle continuità e sulle rotture del primo spettacolo degli anni Ottanta, Anni affollati (1981-1982), con le tematiche e le forme musicali e teatrali del decennio precedente. Il teatro canzone degli anni Settanta è stato anche l’incontro con un certo pubblico, quello dei ragazzi del 68. È per loro che Gaber e Luporini scrivono, soprattutto a partire dal 1973. Nasce in quel momento fra gli autori e questa generazione un rapporto fatto di empatia, identificazione ed entusiasmo e anche di una buona dose di critica, soprattutto da parte dei primi. Non è un teatro militante ma è pur sempre un teatro di comunicazione, di intervento forte e critico. Un teatro che agisce non tanto sulla realtà sociale e politica quanto sulla coscienza di ognuno.

Dettagli libro

  • Editore

  • Testo originale

  • Lingua

    Italiano
  • Data di pubblicazione

  • Numero di pagine

    432
  • Collana

Sull'autore

Fabio Barbero

Ligure, vive a Parigi da una decina d’anni, insegna italiano nelle scuole superiori in Francia. Ha pubblicato manuali di traduttologia. Ha discusso una tesi di dottorato sul Teatro Canzone e gli anni Settanta all’università della Sorbona, da cui ha tratto questo libro.

Ti potrebbe interessare